Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

Condivisioni

Analisi della posta di bilancio “Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti“. 

L’aggregato A) del bilancio d’esercizio riclassificato secondo la IV Direttiva CEE: A) CREDITI VERSO SOCI per VERSAMENTI ANCORA DOVUTI, con separata indicazione della parte già richiamata.

Di seguito tutte le informazioni riguardanti la voce dei crediti verso soci per versamenti ancora dovuti all’interno del bilancio d’esercizio, ai sensi del codice civile e dell’OIC n. 28.

Infine, un esempio numerico con le relative registrazioni contabili.

Definizione

La voce “Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti“, è destinata ad accogliere i crediti che la società vanta nei confronti dei propri soci, o azionisti (in caso di Spa), relativamente ai conferimenti in denaro deliberati, sottoscritti e non ancora versati, sia in sede di costituzione della società, sia nella fase di aumento di capitale sociale (in un momento successivo a quello della costituzione).

Gli amministratori possono riservarsi di chiedere ai soci i versamenti ancora dovuti quando questi siano necessari ai fini della gestione aziendale. Questi sono detti crediti richiamati che devono essere indicati per evidenziare che una parte dei crediti verso i soci (i crediti richiamati) costituiscono un credito a breve scadenza.

Crediti verso soci in bilancio

Nello schema di Stato Patrimoniale, nella sezione dell’attivo, sotto la lettera A), sono distintamente evidenziati i “Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte richiamata“. La loro esposizione in bilancio deve avvenire secondo una distinzione tra:

  • Crediti verso soci per versamenti già richiamati;
  • Crediti verso soci per versamenti da richiamare.

All’atto della sottoscrizione dell’intero capitale sociale avviene la rilevazione dei crediti verso soci e come contropartita l’annotazione del capitale sociale di pari importo.

Il principio contabile OIC 28 impone il versamento obbligatorio, all’atto della sottoscrizione del capitale sociale, del 25% dei conferimenti in denaro, determinando una pari riduzione del credito verso i soci per le quote o azioni sottoscritte.

Il richiamo dei decimi residui infine comporta la rilevazione nel conto “Crediti verso soci per decimi richiamati” e la successiva estinzione del credito all’atto del loro versamento. Al termine dell’esercizio i decimi non richiamati o solo in parti richiamati dagli amministratori ma non ancora versati, dovranno essere indicati come crediti verso soci nella classe A dell’attivo.

La nota integrativa al bilancio di esercizio, in riferimento alla voce “Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti” di bilancio, deve indicare la parte dei crediti verso soci che gli amministratori abbiano richiesto, specificandone i termini e le modalità.

Essendo questi ultimi crediti a breve termine, se ne presume l’incasso puntuale e la nota integrativa si deve far carico di motivare gli eventuali difetti incorsi nella procedura. In altre parole, la nota integrativa deve indicare le motivazioni per le quali un credito verso soci richiamato non sia stato versato entro i termini previsti.

Esempio numerico

Immaginiamo che la società Alfa S.r.l. si sia costituita il giorno 15/10/n attraverso l’apporto dei due soci, che hanno sottoscritto l’intero capitale sociale di €. 10.000, apportando rispettivamente l’uno denaro contante, mentre l’altro apporterà un macchinario del valore di €. 5.000.

 Al 15/10/n, al momento della sottoscrizione del capitale:

Soci c/sottoscrizione a Capitale sociale        €. 10.000

Al 15/10/n deve essere obbligatoriamente versato il 25% degli apporti in denaro:

Banca C/c a Soci c/sottoscrizione                   €. 1.250

Al 31/12/n la situazione contabile della società Alfa è la seguente:

Stato Patrimoniale al 31/12/n

ATTIVO
PASSIVO
      A)      Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti
8.750
A) Patrimonio netto
10.000
      C)      Attivo circolante
1.250

Al 20/02/n+1 la società diventa attiva e l’amministratore decide di richiamare i decimi ancora dovuti dai soci.

Soci c/decimi richiamati a Soci c/sottoscrizione        €. 8.750

Diversi
a
Soci c/decimi richiamati
8.750
Banca C/c
3.750
Macchinari
5.000

Revisione Legale

In sede di revisione legale dei conti occorrerà sostanzialmente procedere a verificare, attraverso l’analisi dei libri sociali, gli aumenti di capitale deliberati, sottoscritti e non ancora versati, verificare la corretta procedura utilizzata e che i conferimenti precedentemente dovuti siano stati integralmente eseguiti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni