Cessione di partecipazioni: regime Pex

Condivisioni

La Participation Exemption (Pex) consente di non far concorrere alla formazione del reddito imponibile una parte delle plusvalenze realizzate da società di capitali (articolo 87 Tuir) in sede di cessione di partecipazioni sociali.

Con l’approssimarsi della chiusura degli esercizi sociali i riflettori si accedono sulle operazioni straordinarie. Tra queste, la cessione di partecipazioni societarie rappresenta una delle procedure fiscalmente più favorevoli per trasferire complessi aziendali.

Infatti, se si rispettano alcuni requisiti è possibile cedere le partecipazioni scontando l’esenzione fiscale del 95% dell’eventuale plusvalenza ottenuta. Per poter beneficiare del regime di esenzione della Partecipation Exemption (Pex) è necessario che siano rispettati i parametri previsti dall’articolo 87 del DPR n. 917/86.

Disciplina della Pex

Il riferimento normativo alla base della Partecipation Exemtion (Pex) è rappresentato dal comma 1 dell’articolo 87 del DPR n. 917/86, secondo cui:

non concorrono alla formazione del reddito imponibile, in quanto esenti nella misura del 95%, le plusvalenze realizzate e determinate ai sensi dell’art. 86 commi 1, 2, 3, relativamente  ad azioni o quote di partecipazioni in società ed enti indicati nell’art. 5, escluse le società semplici”

Introdotto con l’articolo 4, comma 1, lettera c), della Legge Delega n. 80/2003 e recepito dal legislatore nel citato articolo  87 del DPR n. 917/86, l’istituto dell’esenzione (Pex, appunto) dalla base imponibile delle imposte dirette, della plusvalenza derivante dalla cessione di partecipazioni, nel corso della sua applicazione, ha subito innumerevoli modifiche, riguardanti soprattutto la percentuale di esenzione delle plusvalenze realizzate, che dal 2008 è stabile al 95%.

Plusvalenza da cessione di partecipazioni

Il proseguo del comma 1, dell’articolo 87 del DPR n. 917/86 stabilisce che l’esclusione dalla base imponibile della plusvalenza, derivante dalla cessione di partecipazioni, necessita di una preventiva verifica della sussistenza di determinati requisiti:

  1. La partecipazione deve essere posseduta ininterrottamente da almeno 12 mesi, considerando come cedute per prime le azioni o quote acquistate in data più recente (c.d. metodo LIFO);
  2. La stessa partecipazione deve essere classificata tra le immobilizzazioni finanziarie nel primo bilancio del periodo del possesso;
  3. La società partecipata deve essere residente in un paese diverso da quelli a regime fiscale privilegiato (c.d. Black list), in alternativa deve essere dimostrata, attraverso l’istituto dell’interpello, ex articolo 11 della Legge n. 212/2000, che dal possesso di partecipazioni, non è stato conseguito, sin dall’inizio del periodo di possesso, l’effetto di localizzare i redditi in tali Stati o territori;
  4. La stessa società partecipata deve svolgere un’attività commerciale ai sensi dell’articolo 55 del DPR n. 917/86.

Il successivo comma 2, dell’articolo 87 del DPR n. 917/86, stabilisce che i requisiti di cui al comma 1, lettere c) e d) devono sussistere ininterrottamente al momento del realizzo, almeno dall’inizio del terzo periodo d’imposta anteriore al realizzo stesso.

Tale disposizione risponde allo scopo di impedire che attraverso il cambiamento, in prossimità della cessione della partecipazione, dell’attività svolta dalla società partecipata (da “non commerciale” a “commerciale”) si possono precostituire i presupposti oggettivi richiesti dall’articolo 87 comma 1, per l’applicazione della disciplina Pex.

Un aspetto favorevole della disciplina italiana, riguardante l’esenzione dall’imponibilità della cessione di partecipazioni, consiste nella mancata previsione di una partecipazione minima; appare tuttavia particolarmente restrittiva nel caso in cui la partecipata sia una immobiliare di gestione o, in generale, una società che non svolge una attività di carattere commerciale.

Per approfondire: Il regime fiscale della Pex


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni