Aliquote gestione separata INPS

Condivisioni

A partire dal 1°gennaio 2015 aumenta l’importo delle aliquote dei contributi da pagare per gli iscritti alla Gestione Separata INPS.

La Legge di Stabilità 2015 (Legge n.190/2014 pubblicata in gazzetta ufficiale il 29  dicembre 2014) ha modificato le aliquote contributive INPS dedicate alla gestione separata, prevedendo ulteriori aumenti e una nuova distinzione, rispetto a quanto era in vigore nel 2014.

La gestione separata INPS rappresenta la forma contributiva obbligatoria a cui sono soggetti i professionisti senza cassa previdenziale autonoma, i collaboratori a progetto e parasubordinati, i venditori porta a porta, i dottorati di ricerca, gli amministratori di società, ecc.

Aliquote gestione separata Inps 2015

Dal 2015 i contributi da versare alla gestione separata INPS prevedono 2 diverse fattispecie alle quali corrispondono 3 diverse aliquote contributive:

  1. Soggetti iscritti anche ad altre forme di contribuzione obbligatoria – Si tratta di quei soggetti che esercitano per professione abituale, ancorché non esclusiva, attività di lavoro autonomo, oppure i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa. Per questi soggetti laliquota contributiva per il 2015 è fissata al 24,5% (nel 2014 era il 22%);
  2. Soggetti iscritti soltanto alla gestione separata INPS – Si tratta di lavoratori autonomi professionisti senza cassa, collaboratori a progetto co.co.pro. o collaboratori coordinati e continuativi co.co.co., associati in partecipazione, ecc. Per questi soggetti l’aliquota contributiva per il 2015 è fissata al 30,75% (nel 2014 era il 27,72).

E’ bene ricordare che, le aliquote sopra indicate relative ai soggetti iscritti solamente alla gestione separata INPS, sono comprensive dell’ulteriore contributo assistenziale dello 0,72%, per le indennità di maternità e paternità, assegni per il nucleo familiare, indennità di malattia e congedo parentale.

Check Also

Esterometro

Esterometro per le operazioni transfrontaliere: guida pratica

A partire dal 1º gennaio 2019 è obbligatorio l’invio telematico dell’Esterometro. Comunicazione che riguarda le …

Bitcoin

Criptovalute e Bitcoin: tassazione delle monete virtuali

Tassazione di Criptovalute, e gestione IVA di Bitcoin e monete virtuali. Il regime fiscale di …

Termini di accertamento

Termini di accertamento in caso di dichiarazione integrativa

I termini di accertamento ripartono dal momento in cui viene inviata la dichiarazione integrativa. Tuttavia, …

Decadenza dalla rateazione

Decadenza dalla rateazione di una cartella: ecco cosa fare SUBITO

Il mancato pagamento di cinque rate, anche non consecutive, determina la decadenza dalla rateazione delle …

Locazione di immobile in comodato

Locazione di Immobile in comodato: chi dichiara il reddito?

Nella locazione di immobile in comodato il reddito deve essere dichiarato dal soggetto comodante. Ovvero …

Certificazione Unica per redditi di lavoro autonomo

Certificazione Unica per redditi di lavoro autonomo

La Certificazione Unica per redditi di lavoro autonomo comprende prestazioni occasionali, provvigioni e compensi  a …

One comment

  1. Pingback: Le prime 3 notizie importantissime sui massaggi e lavoro, del 2014

Condivisioni