Modello RLI locazioni – Guida alla compilazione 

Condivisioni

Quali sono le istruzioni di compilazione del modello RLI per la registrazione dei contratti di locazione di immobili ad uso abitativo o strumentale? Di seguito una breve guida e le informazioni utili per la compilazione. 

Il modello RLI deve essere compilato dai contribuenti che intendono effettuare una registrazione cartacea di un contratto di locazione presso l’Agenzia delle Entrate.

Il modello RLI è entrato in vigore dal primo aprile 2014, e consente di effettuare qualsiasi operazione (registrazione, variazione, disdetta o proroga), relativa a contratti di locazione abitativi o strumentali.

Inoltre, il modello RLI può essere utilizzato anche per richiedere l’opzione e la revoca della cedolare secca e per comunicare i dati catastali dell’immobile oggetto di locazione.

Vediamo, quindi, una breve guida con tutte le informazioni utili per la compilazione del modello RLI.

Modello RLI

Modalità di trasmissione del modello

Il modello RLI può essere trasmesso all’Agenzia delle Entrate sia in modalità cartacea, presentandosi presso qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate, sia in modalità telematica, attraverso il software gratuito “modello-RLI web” disponibile gratuitamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Ai fini della registrazione cartacea del contratto di locazione è necessario presentarsi all’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate con i seguenti documenti compilati:

  • Il modello RLI compilato e firmato dal soggetto richiedente la registrazione (locatore o conduttore o intermediario) e dall’eventuale soggetto delegante;
  • Il modello F24 Elide già liquidato con l’imposta di registro, oppure i dati IBAN con i quali il contribuente verserà l’imposta direttamente dallo sportello;
  • Le copie del contratto, debitamente bollate e firmate, sono facoltative in presenza simultanea dei seguenti requisiti: tipologia di contratto di tipo abitativo o abitativo agevolato; contratto non soggetto ad Iva; massimo 3 locatori e massimo 3 conduttori presenti; massimo 4 immobili indicati di cui un’abitazione principale e 3 pertinenze; rendita catastale riportata nel testo; tipologia d’immobile di tipo urbano; assenza di altri allegati (mappe, planimetrie, disegni, ecc..);
  • In caso di opzione per la cedolare secca è sufficiente presentare il solo modello RLI. Il modello RLI serve sia per esercitare, sia per revocare l’opzione da parte del locatore.

Trasmissione telematica del modello RLI

Se, invece, si decide di effettuare la registrazione attraverso la modalità telematica, che consente di risparmiare tempo, sarà direttamente il software on line a creare il contratto di locazione e affitto.

Sarà sufficiente indicare i dati del locatore, del conduttore, dell’immobile e del canone di locazione e la durata del contratto.

Infine, inserendo gli estremi del proprio conto corrente bancario o postale su cui addebitare l’imposta di registro e di bollo, il contratto può essere trasmesso e registrato.

Con lo stesso software è possibile anche effettuare i rinnovi annuali dell’imposta di registro, effettuare proroghe del contratto e risoluzioni.

Guida alla compilazione del modello

Vediamo adesso di riepilogare brevemente come deve essere compilato il modello RLI, per la registrazione di un contratto di locazione.

Di seguito, distintamente riportiamo i dettagli dei quadri di compilazione.

Quadro A Dati generali

E’ necessario indicare tutte le informazioni necessarie per la registrazione, la tipologia di contratto, la data di stipula e la durata dell’affitto con i dati di colui che richiede la registrazione.

Per quanto riguarda la tipologia di contratto, riportiamo di seguito una breve tabella riassuntiva con i principali contratti e la relativa imposta di registro da versare:

Descrizione del contrattoAliquota imposta di registro
Locazione di immobili ad uso abitativo (*)2%
Locazione a canone concordato di immobili abitativi (**)2% sul 70% del canone
Locazione di immobile strumentale soggetto ad IVA1%

(*) In questa categoria rientrano i seguenti contratti di locazione:

  1. A canone libero, durata 4 + 4 (articolo 2, comma 1, Legge n. 431/98);
  2. Di natura transitoria, durata massima 18 mesi (articolo 5, comma 1, Legge n. 431/98);
  3. Di durata non superiore a 30 giorni, soggetti a registrazione in caso d’uso (tariffa parte II, articolo  2-bis, DPR n. 131/86).

(**) In questa categoria rientrano i seguenti contratti di locazione:

  1. A canone concordato, durata 3 + 2 (articolo 2 comma 3 Legge n. 431/98);
  2. Di natura transitoria per studenti fuori sede (articolo 5 commi 2 e 3 Legge n. 431/98).

Quadro B Soggetti

Occorre indicare i dati dei soggetti locatori e dei soggetti conduttori, parti del contratto di locazione e di affitto.

Per ciascun soggetto dovrà essere indicato un numero progressivo, il nome il cognome o la denominazione sociale, il codice fiscale e la data e il luogo di nascita.

Nel caso in cui il numero dei soggetti sia superiore ai righi del modulo è necessario utilizzare più moduli, facendo proseguire la numerazione progressiva.

Quadro C Dati degli immobili

Nel quadro C è necessario indicare i dati inerenti agli immobili presi in considerazione completi dai dati riguardanti le pertinenze.

Per ciascun immobile, a cui deve essere attribuito un numero progressivo, vanno indicati i dati catastali (sezione, foglio, particella, subalterno e rendita catastale).

Quadro D Opzione revoca cedolare secca

Occorre indicare i dati relativi all’adesione o revoca dal regime della cedolare secca.

Andrà indicato il numero d’ordine dell’immobile e del locatore, con la relativa quota di possesso barrando la casella dedicata alla scelta dell’opzione per la cedolare secca (SI per l’adesione, NO per revoca o non adesione).

Per ogni immobile è necessario compilare tanti righi quanti sono i locatori.

L’opzione per la cedolare secca può essere esercitata dal locatore persona fisica, proprietario o titolare di un diritto reale di godimento sull’immobile abitativo (categoria catastale A, escluso A10), che non agisce nell’esercizio di impresa o di arti e professioni.

L’opzione può essere esercitata in sede di registrazione del contratto, oppure, in caso di proroga o annualità successive entro il termine di versamento dell’imposta di registro.

Infine, ricordiamo che il locatore ha comunque facoltà di revocare l’opzione in ciascuna annualità successiva a quella in cui è stata esercitata.

Check Also

Esterometro

Esterometro per le operazioni transfrontaliere: guida pratica

A partire dal 1º gennaio 2019 è obbligatorio l’invio telematico dell’Esterometro. Comunicazione che riguarda le …

Bitcoin

Criptovalute e Bitcoin: tassazione delle monete virtuali

Tassazione di Criptovalute, e gestione IVA di Bitcoin e monete virtuali. Il regime fiscale di …

Termini di accertamento

Termini di accertamento in caso di dichiarazione integrativa

I termini di accertamento ripartono dal momento in cui viene inviata la dichiarazione integrativa. Tuttavia, …

Decadenza dalla rateazione

Decadenza dalla rateazione di una cartella: ecco cosa fare SUBITO

Il mancato pagamento di cinque rate, anche non consecutive, determina la decadenza dalla rateazione delle …

Locazione di immobile in comodato

Locazione di Immobile in comodato: chi dichiara il reddito?

Nella locazione di immobile in comodato il reddito deve essere dichiarato dal soggetto comodante. Ovvero …

Certificazione Unica per redditi di lavoro autonomo

Certificazione Unica per redditi di lavoro autonomo

La Certificazione Unica per redditi di lavoro autonomo comprende prestazioni occasionali, provvigioni e compensi  a …

20 comments

  1. marco gentiliini

    Nella compilazione del Modello RLI per la risoluzione del contratto di locazione cosa significano i casi particolari e vanno compilati?

  2. Guardi le istruzioni e verifichi se vi sono nel suo caso.

  3. vorrei sapere se posso inviare on line all’agenzia delle entrate il mod rli per la risoluzione anticipata del contratto di locazione con cedolare secca
    in tal caso mi potete inviare il modello da compilare
    grazie saluti

  4. Per inviarlo online c’è un apposito software.

  5. vorrei sapere per registrare tardivamente un contratto di locazione con cedolare secca qual’è la sanzione da pagare vosto che sono trascorsi più di novanta giorni e che codice tributo devo utilizzare?

  6. In questo nostro articolo “Ravvedimento operoso imposta di registro contratti di locazione” trova la risposta alla sua domanda.

  7. Cessione di contratto commerciale tramite atto notarile, quali adempimenti successivi deve fare il locatore, per il nuovo locatario nei confronti dell’ADE per il contratto già in essere

  8. Presentare modello RLI per le modifiche e pagare l’imposta di registro.

  9. Buongiorno, sono proprietaria di un appartamento attualmente locato ad una sola persona. Dal mese di ottobre, alla conduttrice già presente se ne aggiungerà un’altra. Come posso registrare la modifica? Non si tratta di subentro, l’attuale inquilina rimarrà nell’appartamento e se ne aggiungerà un’altra. Non trovo nella procedura telematica l’opzione di modifica del contratto esistente.
    Grazie

  10. Deve risolvere il contratto precedente e registrarne uno nuovo. Non ci sono alternative.

  11. Buonasera
    sono il locatore di un contratto a patto concordato 3+2 con cedolare secca e sto alla fine del terzo anno,
    per rinnovo tacito degli altri 2 anni devo compilate solo il mod.RLI oppure ci sono altri obblighi.
    Grazie

  12. Dovrà compilare il modello RLI per il rinnovo del contratto e consegnarlo all’Agenzia delle Entrate barrando sempre la casella della cedolare secca.

  13. Buon giorno, mi trovo nella stessa situazione di Sonia cioè devo rinnovare per i due anni il contratto a canone concordato 3+2 con cedolare secca. Posso presentare modello RLI anche con procedura telematica o devo obbligatoriamente consegnare il modello all’Agenzia delle Entrate e se cosi’ fosse devo presentarlo allo stesso ufficio in cui ho originariamente registrato il contratto o posso farlo anche in un’altro ufficio ?
    grazie

  14. La procedura può essere fatta telematicamente, in modo cartaceo devi andare nello stesso ufficio territoriale dove è registrato il contratto (non è obbligatorio ma sicuramente consigliabile).

  15. Salve, ho prorogato per un anno la riduzione del canone. Pur non essendo obbligatorio vorrei registrare l’evento (ai fini della riduzione dell’imponibile fiscale). Non trovo adeguata causale nella sezione adempimenti successivi.
    Come faccio?

  16. Non è un adempimento successivo, è una nuova registrazione.

  17. Buonasera, nel mio casodevo variare solamente alcuni dati catastali. L importo della locazione non cambia. Cambia solamente che al posto di una porzione di portico, nel contratto devo togliere quella porzione ed aggiungere un annesso rustico (che fa parte sempre della proprietà ma che non era inserita nel contratto di locazioe). Le particelle hanno identificativi diversi. Devo comunicare/registrare comunque l atto all’ Agenzia Delle Entrate oppure è sufficiente una scrittura privata come accordo x entrambe le parti? Grazie

  18. Deve registrare la scrittura all’Agenzia delle Entrate, in modo che l’Agenzia abbia i dati catastali corretti.

  19. contratto transitorio,scadenza giugno 2019,in caso di subentro di un inquilina,mantenendo le medesime condizioni di oomtratto già stipulato e registrato,ò necessaria inoltrare comunicazione di variazione,alla agenzia?

    grazie

  20. Ogni volta che varia una delle parti del contratto deve essere presentato modello RLI all’Agenzia delle Entrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni