7 casi di esonero dal modello 730/2017

Condivisioni

Il contribuente ha l’esonero dalla presentazione del modello 730/2017 quando non ci sono imposte da versare. Vi sono poi altri casi di esonero legati alla tipologia di reddito percepita o a limiti reddituali. Nella nostra guida tutte le informazioni utili per sapere se devi presentare il Modello 730.

Sei un lavoratore dipendente o un pensionato e vuoi sapere se sei obbligato a presentare il Modello 730?

Questa guida fa al caso tuo! Scoprirai quali sono i 7 principali casi di esonero dalla presentazione del Modello 730 e capirai se sei obbligato o meno alla sua presentazione.

La presentazione della dichiarazione dei redditi non è sempre un adempimento indispensabile per i contribuenti, sia per quanto riguarda il Modello Redditi” PF, che per il Modello 730.

Il legislatore infatti prevede che, al verificarsi di alcune ipotesi di esonero, il contribuente sia esentato dalla presentazione della propria dichiarazione dei redditi, permettendogli un risparmio in termini di tempo e denaro.

ESONERO

In pratica, l’esonero dalla presentazione del Modello 730 si ha quando la presentazione del modello non comporterebbe il pagamento di imposte, in quanto già tassate dal sostituto di imposta, oppure perché non dovute in origine (si pensi ai redditi esenti, come le pensioni di invalidità).

Più in dettaglio l’esonero può riguardare la tipologia di reddito percepita nell’anno di imposta, oppure, il rispetto di alcuni limiti reddituali legati alla natura del reddito percepito.

Di seguito, nella nostra guida, andremo ad analizzare i casi di esonero dal Modello 730/2017, che consentiranno al contribuente che rientra in questa fattispecie di essere in regola con l’Amministrazione finanziaria, senza presentare la propria dichiarazione dei redditi.

Il controllo del contribuente

Ogni anno il contribuente a partire dal 15 aprile, accedendo con i propri dati dal sito dell’Agenzia delle Entrate, ha a disposizione i dati relativi alla propria dichiarazione dei redditi. In questo caso il proprio Modello 730.

L’Amministrazione finanziaria, permette al contribuente di visionare i dati a disposizione, per la presentazione del modello “730 precompilato“, integrando o modificando le informazioni su redditi, oneri deducibili o detraibili, che l’Agenzia delle Entrate ha avuto a disposizione dai sostituti d’imposta e dai soggetti tenuti a trasmettere i dati rilevanti per il 730 (medici, assicurazioni, banche, ecc). Quello che il contribuente è chiamato a fare, e verificare se è obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi (in questo caso il Modello 730).

Il contribuente è tenuto a controllare se è obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi, oppure se ne è esonerato. Per farlo prima di tutto deve ricordarsi che si è tenuto a presentare il modello 730 se nell’anno oggetto di dichiarazione si sono percepiti redditi, e se non si rientra nei casi di esonero previsti dalla normativa.

Sanzioni in caso di errore

Questa valutazione è molto importante e vi consiglio di effettuarla con il vostro Commercialista di fiducia: non presentare il Modello 730, quando se ne è obbligati può avere conseguenze importanti, come l’applicazione di un accertamento induttivo da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Al contrario, invece, in alcuni casi, anche se si è esonerati dalla presentazione del modello può essere conveniente per il contribuente presentare comunque il Modello 730, per beneficiare di crediti di imposta che altrimenti non potrebbero essere recuperati, per chiederli a rimborso, o per dichiarare eventuali spese sostenute o fruire di detrazioni fiscali.

Per quanto di voi, invece, volessero effettuare questa scelta in modo autonomo devono tenere presente che la dichiarazione, ove risultino imposte da versare, deve obbligatoriamente essere presentata.

La presentazione è obbligatoria anche nel caso in cui le addizionali Irpef non siano state trattenute dal sostituto di imposta (datore di lavoro o ente pensionistico), o trattenute in maniera inferiore al dovuto. Inoltre, la dichiarazione deve essere presentata anche se sono stati percepiti esclusivamente redditi che derivano dalla locazione di fabbricati (anche se si è optato per la cedolare secca) e se non è stato trattenuto il contributo di solidarietà dal sostituto d’imposta.

Soggetti che possono presentare il modello 730

Possono utilizzare il Modello 730/2016 i contribuenti che nel corso del periodo di imposta oggetti di dichiarazione si trovano nelle fattispecie sotto elencate.

Ricordiamo che i contribuenti che non possono utilizzare il Modello 730, devono presentare il Modello “Redditi” PF qualora siano tenuti a presentare obbligatoriamente la dichiarazione dei redditi.

Possono utilizzare il Modello 730, le seguenti categorie di soggetti:

  • Lavoratori dipendenti o pensionati (compresi i lavoratori italiani che operano all’estero per i quali il reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale);
  • Soggetti che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (integrazioni salariali, indennità di mobilità);
  • Soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • Sacerdoti della Chiesa cattolica;
  • Persone impegnate in lavori socialmente utili;
  • soggetti con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno;
  • Personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato;
  • Lavoratori che posseggono soltanto redditi di collaborazione coordinata e continuativa (articolo 50, comma 1, lettera c-bis, del DPR n. 917/86);
  • Produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (Mod. 770 semplificato e ordinario), Irap e Iva.

I contribuenti sopra elencati possono presentare il Modello 730 precompilato o ordinario anche in mancanza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio. 

Il Modello 730 senza sostituto precompilato va presentato direttamente all’Agenzia delle entrate ovvero a un Caf o a un Commercialista abilitato.

Casi di esonero dal modello 730/2016

E’ esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati al verificarsi delle condizioni sotto esposte.

  1. Abitazione principale, relative pertinenze e altri fabbricati non locati (l’esonero non si applica se l’immobile è situato nello stesso comune dell’abitazione principale);
  2. Redditi derivanti da lavoro dipendente o da pensione;
  3. Lavoro dipendente o pensione + Abitazione principale, relative pertinenze e altri fabbricati non locati (l’esonero non si applica se l’immobile è situato nello stesso comune dell’abitazione principale);
  4. Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa compresi i lavori a progetto. Sono escluse le collaborazioni di carattere amministrativo gestionale di natura non professionale rese in favore di società e associazioni sportive dilettantistiche;
  5. Redditi esenti. Esempi: rendite erogate dall’Inail esclusivamente per invalidità permanente o per morte, alcune borse di studio, pensioni di guerra, pensioni privilegiate ordinarie corrisposte ai militari di leva, pensioni, indennità, comprese le indennità di accompagnamento e assegni erogati dal Ministero dell’Interno ai ciechi civili, ai sordi e agli invalidi civili, sussidi a favore degli hanseniani, pensioni sociali;
  6. Redditi soggetti ad imposta sostitutiva. Esempi: interessi sui BOT o sugli altri titoli del debito pubblico;
  7. Redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta. Esempi: interessi sui conti correnti bancari o postali; redditi derivanti da lavori socialmente utili.
Relativamente ai punti 2 – 3 – 4 per ricadere nell’esonero dalla presentazione del Modello 730, devono essere verificate le seguenti condizioni:
  • Redditi corrisposti per 365 giorni l’anno da parte di un unico sostituto di imposta obbligato ad effettuare le ritenute di acconto o corrisposti da più sostituti purché certificati dall’ultimo che ha effettuato il conguaglio;
  • Le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale.

 Condizioni di esonero per limiti di reddito

Come abbiamo visto, in alternativa alle condizioni di esonero dal Modello 730 sopra indicate, sono altresì esonerati dalla presentazione della dichiarazione del modello i contribuenti che possiedono esclusivamente i redditi sotto indicati rispettando i limiti di reddito previsti.

  • Terreni e/o fabbricati (compresa l’abitazione principale e le sue pertinenze) con reddito derivante da rendita catastale rivalutata e locazioni, complessivamente non superiore a  €. 500,00;
  • Lavoro dipendente o assimilato + altre tipologie di reddito con reddito lordo non superiore a €. 8.000,00, con un periodo di lavoro  o pensione per un periodo di lavoro non inferiore a 365 giorni nell’anno;
  • Pensione + altre tipologie di reddito, per importi non superiori a €. 7.500,00 lordi annui;
  • Pensione + terreni con reddito complessivo non superiore a €. 7.500,00 per la pensione, e a €. 185,92 per i terreni;
  • Pensione + altre tipologie di reddito complessivamente non superiori a  €. 7.750,00;
  • Assegno periodico corrisposto dal coniuge + altre tipologie di reddito. È escluso l’assegno periodico destinato al mantenimento dei figli non superi i  €. 7.500,00 annui;
  • Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e altri redditi per i quali la detrazione prevista non è rapportata al periodo di lavoro (ad esempio le prestazioni di lavoro autonomo occasionale, o redditi derivanti dallo sfruttamento di diritti di autore), complessivamente non superiori alla soglia di €. 4.800,00;
  • Compensi derivanti da attività sportive dilettantistiche complessivamente non superiori alla soglia annua di €. 28.158,28.

Condizione Generale di Esonero

Oltre ai casi di esonero dalla presentazione del modello 730 sopra esaminati, deve essere ricordato che sono altresì esonerati dalla presentazione anche i contribuenti, non obbligati alla tenuta delle scritture contabili, che nell’anno di imposta hanno percepito redditi per i quali è dovuta un’imposta (Irpef) non superiore alla soglia minima di €. 10,33.

In questo caso non vi sono imposte da versare è si è esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi senza incorrere in sanzioni o penalità.

I nostri consigli

La presentazione della dichiarazione dei redditi è l’adempimenti fiscale più importante per milioni di contribuenti.

Per questo motivo deve essere effettuata con cura una valutazione della propria posizione fiscale personale, o del proprio nucleo familiare per verificare se ed in quale caso si è tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi, e nel caso quale sia il migliore modello da utilizzare tra il modello 730 o il modello “Redditi” PF, senza dimenticare la possibilità di presentare, in particolari casi, il 730 congiunto.

Questa analisi deve essere effettuata per tempo e con l’ausilio di un professionista fiscale esperto.

Incorrere in sanzioni in caso di mancata presentazione della dichiarazione dei redditi è quasi automatico, vista la mole di informazioni che l’Agenzia delle Entrate ha disponibili. In caso contrario presentare la dichiarazione, quando se ne potrebbe essere esonerati può essere utile per beneficiare di rimborsi, o crediti di imposta.

Infine, se siete indecisi se presentare o meno la dichiarazione dei redditi, anche nel caso in cui ne siate esonerati, ricordate che presentare la dichiarazione riduce di una annualità il periodo a disposizione del Fisco per effettuare il controllo della posizione del contribuente con riferimento a quell’annualità.

E voi, avete dubbi sulla presentazione del modello 730? Scriveteci nei commenti le vostre perplessità, vi risponderemo nel più breve tempo.

Check Also

Due Diligence nelle acquisizioni di azienda

La Due Diligence nelle operazioni di acquisizione di azienda per la determinazione del valore della …

Piani di risparmio a lungo termine: il regime fiscale

Gli investimenti di lungo periodo compresi nei cosiddetti piani di risparmio, sono oggetto di agevolazione …

26 comments

  1. ANNAMARIA - ARIOLI

    Buongiorno, nel 2015 ho lavorato 3 mesi (CU €. 2.522,97 ritenute IRPEF €. 85.81 – Imposta lorda €. 580.28 – Detrazioni per lavoro dip. €. 494.47 – bonus erogato 252,49), poi sono stata assunta c/o di un’altra ditta in data 28 dicembre 015 (CU €. 168 – ritenute IRPEF €. 18.04 – Add. Reg. €. 2.07 – Imposta lorda €. 38.64 – Detrazione per lavoro dip. €. 20.60)…Devo fare il modello 730? Grazie
    Saluti. Annamaria Arioli

    • Fiscomania

      Salve Annamaria, avendo ricevuto due Certificazioni Uniche nel corso dello stesso anno di imposta è obbligata a presentare la dichiarazione dei redditi. Se adesso è ancora assunta può presentare il modello 730, altrimenti il modello Unico PF.

      • ANNAMARIA - ARIOLI

        Grazie.. risposta chiara e veloce…si sono assunta a tempo indeterminato….spero di non dover anche pagare…
        Grazie ancora
        Saluti.
        Annamaria Arioli

  2. Buongiorno, nel 2015 ho lavorato 2 mesi come tirocinante presso uno studio di un commercialista ed ho percepito un reddito di 700.00 € – L’IRPEF è stata azzerata dalle detrazioni per lavoro diependente. Possiedo un fabbricato con rendita di € 477.00 per il 6.67% assoggettato a IMU. Volevo sapere se sono esonerato alla presentazione del mod. 730/2016
    Grazie
    Mario Belli

    • Fiscomania

      Salve, avendo una sola certificazione unica, e redditi derivanti da fabbricati non locati, è esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi.

  3. Salve,
    sono una ragazza straniera da un paese dell’UE, non sono residente in Italia ma solo domiciliata. Nel 2015 ho lavorato in EXPO per 6 mesi percependo al lordo 1291Eurox 6mesi per un totale di 7747 EUro. NOn ho piu’ lavorato durante l’anno. Non so se devo presentare il 730 o meno. Per favore aiutatemi

    Grazie mille
    Vilma

  4. buongiorno, vorrei sapere se mia moglie deve presentre il 730. La sua situazione è questa: sposata in separazione dei beni, casalinga, proprietaria di immobile fuori regione locato a canone concordato per 5760 annui. rendita catastale (da visura) dell’immobile 471,06 euro. Grazie in anticipo.

    • Fiscomania

      Salve, certamente, deve presentare il modello Unico per la tassazione dei canoni di locazione derivanti dall’immobile. Questo sia nel caso in cui il contratto sia tassato ad Irpef che a cedolare secca.

  5. Buongiorno, volevo chiedervi delle info riguardo la presentazione o meno del modello 730. Io sono un lavoratore dipendente assunto a tempo indeterminato , e questo è il mio unico reddito. vivo insieme ai miei genitori e non ho nulla di intestato . Il modello lo devo presentare oppure no?
    Vi ringrazio in anticipo della collaborazione

  6. Buongiorno, sono un pubblico dipendente e nel corso dell’anno scorso ho cambiato ente tramite lo statuto della mobilita nel P.A., considerando che la mobilità non interrompe il rapporto di lavoro ma è solo una cessione di contratto fra i due enti, ma ho due cud di due enti diversi, domando, dovro fare il 730 in virtù di quanto esposto sopra ?

    Grazie dell’attenzione al mio caso.

  7. marco buonadonna

    ho il reddito da dipendente e prima casa. Devo presentare 730? Grazie Marco

    • Fiscomania

      Se il reddito da lavoro dipendente ha durata di 365 giorni con unico datore di lavoro non è obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi.

  8. Roberta Santarelli

    Salve,
    non ho nessun tipo di reddito…ma possiedo la casa dove abito con mio marito interamente intestata a me che ha una rendita di 800 euro ed una seconda casa di cui sono proprietaria al 50% non locata nello stesso comune con una rendita di 650 euro totale. Devo presentare 730 considerando che la prima casa viene completamente portata in detrazione e la seconda casa ha per me una rendita di 325 euro? Grazie

    • Fiscomania

      Lei è obbligata a presentare il modello redditi persone fisiche. Deve dichiarare il reddito derivante dalla seconda abitazione, che sarà maggiorato, in quanto posta nello stesso comune dell’abitazione principale. Non può presentare il 730 perché non ha un sostituto di imposta.

  9. Mia moglie ha percepito circa 5000€ di TFR erogato da inps in quanto la sua azienda è fallita. Non possedendo altri redditi deve comunque presentare il 730 oppure non avendo redditi la devo considerare a carico

    • Fiscomania

      Per rispondere alla sua domanda bisogna vedere cosa è indicato nella Certificazione Unica che avrà ricevuto dall’Inps.

  10. Buongiorno, se una persona fisica ha due CU di cui una a 0€, é obbligata a fare il 730?

    • Fiscomania

      Mi sembra strano ricevere una CU di importo zero. Se così fosse, non si è obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi.

  11. Buongiorno, a luglio dell’anno scorso (2016) sono stato assunto a tempo indeterminato e lo stipendio è il mio unico reddito. Non ho niente di intestato se non la proprietà di un’autovettura. Non ho spese da detrarre. Devo consegnare il 730??

    Grazie e saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni