Panama: il regime fiscale di tassazione

 
Condivisioni

Il regime fiscale di tassazione dei redditi a Panama. Imposte sul reddito per persone fisiche e società. Convenzione contro le doppie imposizioni tra Italia e Panama.

Panama è un Paese dell’America centrale che si trova sull’istimo omonimo.

Si tratta di una Repubblica di tipo presidenziale.

Panama negli ultimi anni si è reso noto per essere un Paese che consente l’anonimato e quindi la possibilità di detenere attività finanziarie o partecipazioni societarie in modo non conoscibile ai terzi.

Questa garanzia di riservatezza è sempre stata apprezzata e quindi il Paese è notevolmente cresciuto proprio in virtù di queste caratteristiche.

Oggi, tuttavia, la situazione è totalmente cambiata.

In questo report voglio parlarti del regime fiscale presente oggi a Panama. Questo tenendo presente che oggi il Paese, è uscito dalla Black List.

PANAMA USCITO DAI PAESI BLACK LIST

La Lista dei Paesi Black list è un elenco di Paesi, definiti anche paradisi fiscali, che non consentono scambi di informazioni fiscali. Si tratta di Paesi, per lo più di piccole dimensioni, che consentono ai loro residenti di avere un regime fiscale basso o nullo.

A partire da giugno 2018 Panama non è più un Paese Black list.

Questo vuol dire che si sta impegnando per intraprendere processi di equità fiscale e adottare emendamenti nella loro legislazione per monitorare i tentativi di evasione fiscale.

La decisione di Bruxelles di eliminare Panama dalla ‘lista nera’ premia gli ultimi e recenti sforzi del Paese centroamericano nell’istituire un’ampia gamma di riforme mirate alla trasparenza finanziaria e conformi alle norme e ai regolamenti internazionali.

PANAMA COME PARADISO FISCALE A LIVELLO MONDIALE

Panama da oltre un secolo è considerato un paradiso fiscale a livello mondiale.

Lo dimostrano, oltretutto, i ‘Panama Papers’, ovvero il peggior scandalo mondiale di evasione fiscale che colpì il Paese nell’aprile del 2016.

Panama Papers coinvolse numerosi personaggi famosi, aziende, imprese. Pensa che circa 800 italiani sono stati citati in giudizio per questa operazione.

L’inchiesta giornalistica ‘Panama Papers’ ha rappresentato una delle più grandi fughe di notizie degli ultimi anni, e consisteva in 11.5 milioni di documenti raccolti da 378 giornalisti di diverse testate internazionali associate nel The International Consortium of Investigative Journalists (ICIJ).

I documenti pubblicati dimostravano che lo studio legale Mossack e Fonseca di Panama aveva creato 200 società offshore.

Mi riferisco a società che aiutavano individui, aziende e/o imprese a evadere le tasse in tutto il mondo, sfruttando quei Paesi – come Panama – in cui le tasse sono molto bassea volte pari quasi a zero.

Il tutto accompagnato dalla segretezza delle proprietà di società e conti correnti rende non rintracciabile gran parte, se non tutta, la ricchezza.

Lo scandalo di caratura mondiale ha macchiato la reputazione del Paese panamense.

Ed è proprio per questo che l’odierna uscita di Panama dalla ‘black list’ dell’UE, e quella dello scorso 28 giugno per l’OCSE, rappresentano un enorme passo avanti in termini di trasparenza e global Governance fiscale per il Paese centroamericano.

PANAMA: LA SITUAZIONE ECONOMICA ATTUALE E I REGIMI FISCALI PER LE IMPRESE E I PRIVATI

L’attuale congiuntura economica registra una forte crescita, anche grazie agli investimenti nei settori dei trasporti e delle infrastrutture.

L’uscita di Panama dalla lista dei Paesi Black List non ha comunque fermato la crescita economica del Paese.

Il comparto trainante rimane quello marittimo, alimentato dagli ingenti diritti di transito attraverso il canale (ampliato nel 2016) e dalle notevoli dimensioni della flotta mercantile costituita da armatori stranieri.

Da un punto di vista tributario, una riforma tributaria del 2010 ha modificato il Codice tributario, introdotto nuove misure fiscali e istituito i tribunali amministrativi tributari.

Vediamo di seguito le principali indicazioni riguardanti i regimi tributari applicabili a Panama per persone fisiche ed imprese.

TASSAZIONE DELLE PERSONE FISICHE A PANAMA: LE IMPOSTE SUL REDDITO

Panama applica il principio della fonte per cui sia i residenti che i non residenti sono tassati sui redditi di fonte panamense. Fino a qui nessuna sorpresa, si tratta esattamente del principio di tassazione utilizzato da tantissimi altri Paesi nel mondo.

Sul piano pratico, l’applicazione di tale principio comporta la tassazione dei soli fatti generatori avvenuti e manifestatisi nell’ambito del territorio dello Stato.

Sono considerati residenti coloro che si trovano nel Paese per più di 183 giorni in un anno di calendario o che vi hanno stabilito in modo permanente la loro residenza.

Un criterio rilevante per determinare lo status di residente è l’individuazione del luogo degli interessi economici e familiari. Mi riferisco al c.d. “centro degli interessi vitali” di un soggetto.

I redditi tassabili possono derivare da pensioni, lavoro dipendente, esercizio di impresa commerciale o agricola ovvero da investimento.

Reddito ($) Aliquota
Fino a 11.0000%
Da 11.001 a 50.00015%
Oltre 50.00125%

TASSAZIONE DEL CAPITAL GAIN A PANAMA

La tassazione dei guadagni di capitale sulla vendita di azioni o altri strumenti negoziabili è del 10% a titolo di acconto.

L’alienante deve operare la ritenuta d’acconto del 5% sul prezzo di vendita.

Sono considerati capital gain anche i guadagni derivanti dalla vendita di beni immobili.

Se i guadagni di capitale sono ottenuti da normali operazioni d’impresa sono tassati secondo le regole del reddito d’impresa. Mentre se non vi rientrano sono tassati al 10%.

Ad ogni persona fisica titolare di reddito spetta una deduzione base di 800$ nonché deduzioni specifiche in presenza di determinate situazioni:

  • Per interessi su mutui fino a 15.000$ annui;
  • Per donazioni a favore di organizzazioni non lucrative fino a 50.000$;
  • Infine, per contributi a partiti politici fino a 10.000$.

TASSAZIONE DEI REDDITI DELLE SOCIETÀ A PANAMA

L’aliquota dell’imposta sulle società è del 25%.

Per i soggetti partecipati dallo Stato per almeno il 40%, l’aliquota è del 30% (25% se si tratta di una società di telecomunicazioni).

Le società con reddito pari o superiore a 1,5 milioni di USD sono soggette a un’imposta minima alternativa (CAIR – Alternative minimum tax) pari all’1,17% del reddito imponibile lordo.

Questo salvo rinuncia entro cinque giorni dalla presentazione della dichiarazione dei redditi se ha riportato perdite o quando l’aliquota effettiva è superiore al 25%.

RESIDENZA FISCALE DELLE SOCIETÀ PANAMENSI

Una società si considera residente se è costituita secondo il diritto panamense o se il management centrale è esercitato a Panama.

A quest’ultimo fine si tiene conto del luogo in cui si tengono i consigli di amministrazione, di quello in cui vengono prese le decisioni relative al business ovvero della sede dell’headquarter.

Il reddito tassabile include ogni reddito derivante dall’attività commerciale svolta a Panama. Questo al netto delle spese sostenute interamente ed esclusivamente per la produzione di quei redditi o per il mantenimento degli asset.

Nel corso degli ultimi anni l’aliquota applicata è stata ridotta considerevolmente, passando dal 30% del
2009 al 25% attuale.

Le perdite di esercizio possono essere riportate a nuovo per cinque anni successivi, fino a un massimo del 20% delle perdite dedotte annualmente.

Comunque sia, le perdite deducibili non possono eccedere il 50% del reddito tassabile per ogni anno. Il riporto all’indietro delle perdite, invece, non è consentito.

TASSAZIONE DEI DIVIDENDI A PANAMA

I dividendi ricevuti da una società residente e distribuiti da un’altra società residente sono esenti dall’imposta sulle società.

I dividendi delle persone giuridiche saranno sottoposti ad una ritenuta del:

  • 10% in caso di azioni nominative;
  • 20% se al portatore.

Le imprese che operano invece nelle zone franche godranno invece di una ritenuta privilegiata del 5%.

REGIMI FISCALI PARTICOLARI APPLICABILI

La legislazione panamense non prevede i seguenti regimiparticipation exemption, consolidato, thin capitalization, Cfcruling.

Per quanto riguarda il transfer pricing, si applica il principio dell’arm’s lenght, utilizzando le guideline OCSE per controllarne il rispetto.

Entro sei mesi dalla fine dell’anno di imposta, le società devono presentare una relazione sulle transazioni effettuate con le parti correlate.

CREDITO PER IMPOSTE ESTERE A PANAMA

Per quanto riguarda il credito per imposte pagate all’estero, esso non è previsto in quanto Panama applica il sistema di tassazione territoriale della fonte del reddito. Questo cosa significa?

Panama tassa il reddito esclusivamente se prodotto nel territorio. I redditi percepiti all’estero a Panama non sono oggetto di tassazione. Questo significa che è molto difficile trovarsi in una situazione per la quale deve rendersi applicabile il credito per imposte estere.

Tuttavia, tale credito potrà essere riconosciuto nell’ambito di specifici trattati internazionali siglati da Panama (che ti indico di seguito).

APPLICAZIONE DELL’IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO A PANAMA

L’imposta panamense corrispondente all’IVA è denominata Impuesto sobre la Transferencia de Bienes Muebles y Prestación de Servicios(ITBMS).

Essa si rende applicabile soltanto in alcune fattispecie. In particolare:

  • Ai trasferimenti di proprietà di beni mobili;
  • Alle prestazioni di servizi, con specifiche esclusioni come i servizi finanziari (ad eccezione delle commissioni bancarie e finanziarie);
  • Alle importazioni di beni mobili.

L’aliquota ordinaria IVA è fissata al 7%, con alcune eccezioni:

  • Le bevande alcoliche e le prestazioni alberghiere scontano l’aliquota del 10%;
  • Il tabacco e derivati sono gravati al 15%.
  • Sono invece non imponibili le esportazioni.

Inoltre, sono esenti dal pagamenti dell’IVA tutti i soggetti passivi con reddito annuale inferiore ai 36.000 Pab.

IMPOSTE SULLA PROPRIETÀ A PANAMA

Panama è da sempre un Paese che offre molte possibilità ai soggetti che hanno un patrimonio da salvaguardare. Tuttavia, questo patrimonio è soggetto ad una tassazione da parte dello Stato. A fronte di una serie di agevolazioni, infatti, l’Amministrazione finanziaria panamense si prende una fetta del patrimonio posseduto.

Vediamo le tipologie di imposte patrimoniali che è possibile trovare a Panama.

IMPOSTA APPLICABILE SUI BENI IMMOBILI (IMPUESTO DE INMUEBLES)

L’imposta sul possesso degli immobili grava su tutti i beni immobili (edifici o altre installazioni) situati nel territorio dello Stato.

Questo sia per gli immobili di carattere urbano che rurale.

Sono stabilite diverse esenzioni di tipo soggettivo (lo Stato e i Municipi) ed oggettivo. Queste ultime sono applicate in ragione della particolare utilizzazione dell’immobile.

Ad esempio, sono esenti gli immobili utilizzati dalle organizzazioni di beneficenza e assistenza sociale senza fine di lucro, quelli utilizzati per fini religiosi o educativi senza scopo di lucro.

La base imponibile dell’imposta sugli immobili dipende dal valore totale del fondo, oltre al valore delle migliorie apportate. Essa corrisponde al maggiore tra i valori seguenti dell’immobile:

  • Il valore catastale;
  • Il valore commerciale;
  • Oppure il valore stabilito in sede procedimento di successione.

IMPOSTA SUL PATRIMONIO DEGLI ISTITUTI BANCARI E FINANZIARI E SUI CAMBIAVALUTE A PANAMA

L’imposta, a tariffa fissa, varia in ragione della tipologia di istituto, della licenza posseduta (generale, internazionale), dell’entità dell’attivo patrimoniale.

Gli istituti bancari con licenza generale pagano da un minimo di 75.000 Pab fino ad un massimo di 1 milione di Pab, con riduzione al 50% in caso di primo anno di attività.

Si tratta di un’imposta patrimoniale sugli istituti bancari e sui cambiavalute che operano sul territorio panamense. Se pensi al valore degli attivi patrimoniali contenuti negli istituti residenti puoi immaginare di che cifre stiamo parlando.

IMPOSTA SULLE LICENZE COMMERCIALI

L’imposta sulle licenze commerciali si applica annualmente. Essa ha un’aliquota del 2%, del capitale investito, con un minimo di 100 Pab e un massimo di 60.000 Pab.

Si tratta di una imposta che sono tenuti a pagare i soggetti che avviano una attività commerciale in loco. Le attività commerciali possono essere aperte soltanto previa licenza da parte delle autorità. Sulla stessa è prevista l’applicazione di un’imposta annuale.

IMPOSTA SULLE SUCCESSIONI E DONAZIONI A PANAMA

Non sono previste imposte sulle successioni, mentre l’imposta sulle donazioni è stata abolita dal 2002.

Panama nel corso del tempo è divenuta un Paese simbolo della protezione patrimoniale. L’assenza di imposte di successione nel Paese permette la costituzione di enti societari costituiti spesso per la protezione di un patrimonio. Enti che poi passeranno in forma ereditaria senza scontare alcuna tassazione.

Questo è un altro vantaggio che da un punto di vista fiscale Panama può offrire, naturalmente questo è riservato ai soggetti (o enti) con residenza fiscale panamense.

RELAZIONI INTERNAZIONALI TRA PANAMA E GLI ALTRI PAESI

Tra Panama e Italia sono in essere i seguenti accordi:

  • Convenzione per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito, ratificata nel 2016;
  • Convenzione sullo scambio automatico delle informazioni finanziarie ai fini fiscali, firmato nel 2017.

Lo scambio sarà effettuato a partire da settembre 2018 con riferimento alle informazioni fiscali relative al 2017.

Vi è poi la Convenzione multilaterale per l’attuazione di misure relative alle Convenzioni fiscali finalizzate a prevenire l’erosione della base imponibile e lo spostamento dei profitti (BEPS).

Panama figura anche nella lista dei Paesi firmatari della Convenzione multilaterale sulla mutua assistenza amministrativa in materia fiscale (Convenzione OCSE-COE), impegnandosi a dare avvio al primo scambio automatico a partire da mese di settembre 2018.

Tuttavia, l’accordo amministrativo raggiunto su tale base giuridica tra autorità competenti entrerà in vigore tra due giurisdizioni solo dopo che entrambe siano a tutti gli effetti parti della predetta Convenzione OCSE-COE (ratifica e entrata in vigore). Questo a seguito di un reciproco riconoscimento (deposito liste presso il Segretariato) che attiva il rapporto bilaterale all’interno del quadro multilaterale fornito.

In pratica l’adesione di Panama agli accordi contro doppie imposizioni e sullo scambio automatico di informazioni ha fatto si che Panama abbia cambiato la propria veste. Mi riferisco in particolare al suo ruolo di Paese scelto per costituire società Offshore.

Come ti spiegherò di seguito a Panama non è mai stato possibile costituire una società Offshore in modo diretto. Tuttavia, la sua tassazione territoriale del reddito rende questo Paese molto attraente per costituire società che operano all’estero. Questo aspetto, anche dopo la ratifica di questi accordi rimane, ed è legato soprattutto al fatto, che il regime di tassazione panamense ancora non è cambiato.

PAESI CON CUI PANAMA HA SIGLATO CONVENZIONI FISCALI

Di seguito puoi trovare un link con un PDF contenente l’elenco di tutti i Paesi del mondo con cui Panama ha siglato accordi. In particolare accordi per evitare la doppia imposizione del reddito ed accordi sullo scambio automatico di informazioni.

PAESI CON ACCORDI CONTRO DOPPIE IMPOSIZIONI

FORMA SOCIETARIA IDEALE PER PANAMA

Le società panamensi vengono spesso utilizzate come holding, per condurre operazioni offshore e per molte altre attività d’impresa. Come ad esempio investimenti, attività immobiliari e di concessione. Oppure per fornire servizi finanziari a gruppi societari internazionali.

La normativa societaria di Panama non prevede le società offshore.

Tuttavia, il concetto di territorialità del reddito a Panama permette operazioni offshore esenti per i redditi percepiti da transazioni offshore. Il reddito delle società offshore è pertanto esente da tassazione, tranne il caso in cui il reddito si sia originato a Panama.

Una società offshore può essere domiciliata a Panama: il suo status di offshore dipende infatti dalle operazioni offshore.

Una società non costituita a Panama e controllata all’estero è esente da tassazione, tranne nel caso in cui svolga attività a Panama tramite una stabile organizzazione o una filiale.

Le società panamensi e offshore sono totalmente esenti da controlli valutari.

Non ci sono restrizioni sul pagamento di utili o di redditi da una casa madre a non-residenti. Questo tranne nel
caso in cui utili o redditi siano di fonte panamense: in tal caso viene applicata l’imposta.

Se i dividendi non sono di fonte panamense, sono esenti da imposta in base al concetto di territorialità e possono pertanto essere rimpatriati senza tassazione. Se sono di fonte panamense, sono assoggettati ad imposta a Panama e la società deve applicare la ritenuta.

Le società offshore, sempre che non abbiano un reddito di fonte panamense, possono effettuare i pagamenti agli azionisti (panamensi o stranieri residenti a Panama) senza incorrere in alcuna ritenuta fiscale. Come conseguenza, anche gli azionisti sono esenti, tranne nel caso in cui il reddito ricevuto sia di fonte panamense.

FONDAZIONE DI INTERESSE PRIVATO A PANAMA

La forma societaria ideale per la costituzione di enti offshore a Panama è sicuramente la Fondazione di Interesse Privato.

Infatti se il capitale sociale (costituito da patrimoni, donazioni o dotazioni di patrimonio) è sito all’estero, grazie all’applicazione del principio di tassazione territoriale esso sarà completamente esente da qualsiasi tassazione.

Questo sistema è principalmente utilizzato per proteggere capitali, acquisizione di quote societarie, pianificazione testamentaria e raccolta fondi con scopi specifici.

About Federico Migliorini

Dottore Commercialista, Tax Advisor, Revisore Legale. Aiuto imprenditori e professionisti nella pianificazione fiscale. La Fiscalità internazionale le convenzioni internazionali e l'internazionalizzazione di impresa sono la mia quotidianità. Continuo a studiare perché nella vita non si finisce mai di imparare. Se hai un dubbio o una questione da risolvere, contattami, troverò le risposte. Richiedi una consulenza personalizzata con me.

Check Also

Convenzione Italia USA

Convenzione Italia USA contro le doppie imposizioni

Gli Argomenti del Post1 CONVENZIONE ITALIA USA CONTRO LE DOPPIE IMPOSIZIONI1.1 CONVENZIONE ITALIA USA: VINCOLI …

Residente non domiciliato in Irlanda

Residente non Domiciliato in Irlanda: il regime fiscale

Gli Argomenti del Post1 COME SI ACQUISISCE LA RESIDENZA FISCALE IN IRLANDA?1.0.1 Agevolazione per acquisire …

Tassazione negli Stati Uniti

Tassazione negli Stati Uniti dopo la riforma fiscale di Trump

Gli Argomenti del Post1 Principio di tassazione su base territoriale1.1 Esclusione dell’effetto lock out2 Tassazione …

Pensionati italiani

Pensionati italiani all’estero: 3 migliori Paesi in cui espatriare

Gli Argomenti del Post1 Residenza Fiscale dei Pensionati2 Pensione: tassazione dei residenti all’estero3 Pensionati italiani …

Paesi europei a bassa tassazione

Paesi Europei a bassa tassazione: i migliori 5

Gli Argomenti del Post1 Paesi Europei a bassa tassazione: le Isole Canarie1.1 Regime fiscale delle …

Trasferirsi in Austria

Trasferirsi in Austria: come funziona il sistema fiscale?

Gli Argomenti del Post1 Trasferirsi in Austria: economia1.1 Sistema economico1.1.1 Principali settori dell’economia2 Trasferirsi in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni