Evasione fiscale: le modalità di denuncia

54
972
 

Come e a chi si denuncia un caso di evasione fiscale? E’ possibile denunciare in forma anonima? Ecco le informazioni utili per effettuare un esposto alla Guardia di Finanza. 

Nella vita di tutti i giorni a chi di noi non è mai capitato di assistere ad episodi di evasione fiscale. E’ vero, spesso tendiamo a chiudere un occhio, magari perché non pretendiamo mai lo scontrino quando ci rechiamo in un pubblico esercizio, non chiediamo la ricevuta o la fattura quando necessitiamo di una prestazione da un professionista (medico, dentista, ecc) o da un’impresa (elettricista, idraulico, ecc), perché magari ci viene richiesto un prezzo maggiorato per esigerla.

Questi sono soltanto i casi più comuni, che non toccano direttamente il contribuente, ma ve ne sono altri più gravi, che avere conseguenze dirette anche per noi. Pensiamo al caso di un’azienda che non versa le ritenute a carico dei dipendenti, e utilizza quel denaro per altri scopi, o ancora se viene rilasciata una fattura per operazioni inesistenti. A fronte di uno di questi esempi di evasione fiscale la domanda che dobbiamo porci è se sia possibile per un cittadino denunciare se assistiamo o se siamo vittime a nostre spese a causa di un episodio di evasione fiscale?

La risposta non può che essere affermativa, denunciare, specialmente nei casi più gravi, è un dovere di ogni contribuente. Inoltre, cercheremo di capire se e in che modo è possibile effettuare una denuncia per evasione fiscale in forma anonima.

La denuncia di evasione fiscale

Le possibilità che un contribuente ha a disposizione per segnalare un episodio di evasione fiscale sono essenzialmente due: rivolgersi direttamente alla Guardia di Finanza, oppure informare preventivamente l’Agenzia delle Entrate. La prima modalità è la più indicata nel caso di fattispecie di reato più gravi, che necessitano o di un pronto intervento immediato, o che comunque richiedono un esposto scritto, nei confronti del possibile evasore.

Informare preventivamente l’Agenzia può essere utile nei casi meno gravi, e comunque nel caso in cui si cerchi un parere sul da farsi, di fronte ad un episodio dubbio. In ogni caso, l’esposto dovrà essere effettuato rilasciando obbligatoriamente i propri dati identificativi. Questo è quanto è stato disposto dal Decreto Semplificazioni Fiscali (articolo 8, comma 8 del D.L. n. 16/2012), il quale ha cancellato la possibilità di effettuare denunce alle autorità competenti di evasione fiscale in forma anonima.

L’obiettivo di questa norma è stato quello di evitare rischi di possibili denunce false, fatte soltanto per recare problemi ad aziende concorrenti o comunque innocenti. In questo modo non può che guadagnarne sicuramente la credibilità del sistema di controllo.

Segnalazioni in forma anonima

Tuttavia, è bene ricordare, che è ancora possibile inoltrare le proprie segnalazioni di evasione fiscale in forma anonima, con l’unica differenza che queste non produrranno come effetto automatico l’attivazione di accertamenti fiscali da parte dell’Agenzia delle Entrate, ma saranno esclusivamente annotate dalla Guardia di Finanza e messe a disposizione degli Uffici addetti al controllo.

Ciò, in quanto l’Agenzia delle Entrate, nella propria attività di pianificazione degli accertamenti, seleziona i contribuenti in funzione dell’elaborazione di liste selettive ricavate anche dalle segnalazioni in ordine alla violazione dell’obbligo di emissione della ricevuta fiscale o dello scontrino fiscale, ovvero del documento certificativo dei corrispettivi. Insomma, una denuncia anonima non serve a fare scattare immediatamente una verifica fiscale, ma può diventare un segnale per fare scattare possibili futuri controlli.

Buona norma, comunque, imporrebbe sempre e comunque di indicare le proprie generalità quando si effettua una denuncia così importante. Vediamo adesso quali sono gli strumenti effettivi per inoltrare una denuncia per evasione fiscale.

Come segnalare l’evasione

Vediamo adesso in quali modalità è possibile effettuare una denuncia per evasione fiscale presso le autorità competenti, ovvero alla Guardia di Finanza, la nostra polizia tributaria. Ad essa è possibile rivolgersi non solo per segnalare episodi di evasione fiscale, ma anche per smascherare fenomeni di estorsione, lavoro nero, pirateria ecc.

Dopo la segnalazione, la Guardia di Finanza apre un fascicolo e un’indagine dettagliata sul potenziale soggetto scorretto effettuando controlli e accertamenti. Le segnalazioni possono avvenire con due modalità:

  • Denuncia telefonica al 117 –  si tratta di un numero gratuito di pubblica utilità, operante 24 ore su 24, realizzato con lo scopo di instaurare un rapporto diretto tra la Guardia di Finanza e i cittadini. Per quanto riguarda le violazioni amministrative, come appunto il mancato rilascio dello scontrino o della ricevuta fiscale, l’operatore potrà procedere alla immediata verbalizzazione dell’illecito soltanto aspettando la pattuglia sul posto. In caso contrario, verranno acquisite tutte le informazioni necessarie e il segnalante sarà invitato a presentarsi presso il Reparto del Corpo più vicino per la necessaria formalizzazione. Come evidente, in questa forma non è possibile garantire il proprio anonimato;
  • Denuncia tramite modulo – la Guardia di Finanza ha approntato un modulo specifico per ogni tipologia di esposto o segnalazione, incluso il mancato rilascio del documento fiscale (nello specifico, fattura, ricevuta fiscale o scontrino fiscale). E’ possibile scaricare il modulo per la denuncia di evasione fiscale, a questo link “esposto per mancato rilascio del documento fiscale“. Il documento dovrà essere compilato e consegnato alle centrali operative. Anche nel modello cartaceo è necessario indicare le proprie generalità ma, come evidente, in questo caso chi non volesse identificarsi può evitare di scrivere il proprio nome e cognome e consegnare comunque il documento agli sportelli. Starà poi all’operatore accettare o meno la segnalazione in forma anonima, ma di solito il responso è negativo.

Altri mezzi di denuncia

Accanto a queste forme ufficiali di esposto alle autorità competenti, negli ultimi anni sono nati vari siti internet che si occupano di raccogliere segnalazioni anonime da parte dei contribuenti su episodi di evasione fiscale ai quali hanno assistito. Spesso si fa molta confusione, e si crede che una segnalazione tramite questi siti, abbia lo stesso valore di una segnalazione ufficiale.

Queste iniziative, infatti, sono spesso frutto di semplici cittadini che si sono uniti per fare fronte comune contro l’evasione, e non vi è alcun valore legale nella segnalazione che andrete a fare. L’unico sistema ufficiale per segnalare un’evasione fiscale rimane la denuncia presso le autorità competenti.

54 COMMENTS

  1. Ho acquistato un bar,il titolare mi ha dichiarata che incassava €. 350 giornaliere invece dopo 5 mesi incasso €.120,mi ritengo truffato ,posso fare una denuncia e a chi, anche perchè gli devo un residuo di € 60.000 di dilazionato e con questi incassi non riuscirò a pagarli.

    In attesa,ringrazio e saluto
    Tony

     
  2. Queste verifiche devono essere fatte prima di acquisire l’attività. Adesso non può fare niente da questo punto di vista.

     
  3. Buonasera, tutti i mercati milanesi, le cui licenze sono in prevalenza in mano di clan noti, non emettono ricevuta fiscale nel 90% dei casi.
    Denuncio alla GdF rischiando la vita o fingo di nulla?

     

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.